PLPL2014
  HOME  
  chi siamo  
  edizione 2015  
  partecipare  
  press  
.
23 novembre 2015 - Roma
Non basta cambiare la palla, quelle che cambiano sono le regole. I social come strumenti per costruire e valorizzare il brand dell’editore e dell’autore
Università degli Studi di Tor Vergata
Via Columbia 1, ore 14.30 – 16.30 Aula Sabatino Moscati


Si continua a parlare del calo di lettori in Italia. E se dovessimo semplicemente imparare di nuovo a parlare con loro? Editori e librai non dovranno cominciare a riflettere sul modo migliore per comunicare il proprio valore, cioè cosa rende unica e imprescindibile la loro funzione? Come costruire, in un mondo social, il valore del brand? Quale ruolo potranno avere in tutto ciò i lettori? L’incontro, organizzato nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell’Informazione, della comunicazione e dell’editoria, in collaborazione con l’insegnamento di Sociologia della comunicazione culturale tenuto da Francesca Vannucchi, vuole fornire una nuova prospettiva sugli strumenti che possono favorire questo cambiamento di paradigmi e competenze nella comunicazione tra editori e lettori, partendo dall’uso dei social, dallo sviluppo delle tecniche di storytelling e dalla crescita della gamification anche in ambito editoriale.

Intervengono: Giovanni Peresson (Responsabile Ufficio studi AIE) e Alessandra Rotondo (AIE).
24 novembre 2015 - Cassino
Tutto ciò che avresti voluto sapere sull’editoria digitale (e che nessuno ti racconterà)
Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale
Via Zamosch, ore 11.30-13.30 Aula 2


Il mondo dell’editoria, in questa fase di passaggio al digitale, sta andando incontro a cambiamenti sempre più considerevoli: un processo di innovazione che può rivelarsi foriero di opportunità per chi ha intenzione di approcciarsi al settore. Partendo da un’analisi delle ultime tendenze in atto (dalle case editrici, ai canali di vendita, alle statistiche di lettura) l’incontro fornirà una panoramica completa sulla filiera editoriale e su come le sue evoluzioni impattino sulle figure professionali che richiede oggi.

Intervengono: Cristina Mussinelli (responsabile area digitale AIE e membro del board IDPF) e Ermisio Mazzochi (Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale).
24 novembre 2015 - Roma
Quando l’autore è una piattaforma. Dall’autore solitario all’hub autoriale
Università degli Studi La Sapienza
Via Salaria 113, ore 11.30 – 13.30 Centro Congressi


E se «l’autore» si stesse trasformando in un hub di persone che collaborano per creare contenuti, che a loro volta possono essere declinati sulle più diverse piattaforme (carta e digitale), passando per la serialità televisiva e i sequel cinematografici, i videogiochi e ogni genere di tie-in che renda più ampi gli universi narrativi? Possiamo continuare a chiamare autore chi partecipa, a titolo diverso, fuori e dentro la casa editrice, a questi processi creativi (sia per i prodotti narrativi che per quelli accademico-professionali, siano essi manuali universitari o piattaforme digitali)? L’incontro, organizzato da Dipartimento Coris e Associazione Italiana Editori in collaborazione con l’insegnamento di Marketing Strategico della professoressa Fabiola Sfodera, porrà l’accento su questa figura in mutamento e sulle implicazioni che potranno avere anche nello studio e nella filologia degli autori. E soprattutto su uno dei settori – quello accademico – dove questi processi sono più avanzati e spesso trascurati.

Intervengono: Giovanni Peresson (Responsabile Ufficio studi AIE) e Maria Elisa Pesaresi (Società editrice il Mulino - Digital publishing).
24 novembre 2015 - Roma
Da industry dell’enciclopedia a piattaforma di reference
Università degli Studi Roma Tre
Via Silvio D'Amico 77, ora 14.30-16.30 Aula Magna


Il mercato, in tutte le sue declinazioni, può essere rappresentato come un ecosistema in continuo mutamento: il settore editoriale non fa eccezione. In questi anni sono cresciuti i fattori di competitività interni ed esterni, sono entrati nel mercato player internazionali che hanno riscritto alcune regole che si pensavano consolidate, i lettori e i clienti si informano e comprano in modo completamente diverso rispetto anche solo a quattro anni fa. Cercano notizie che servono per lo studio e il lavoro in modo completamente nuovo. In questo nuovo mondo cosa ha significato per l’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, l’editore italiano per eccellenza di reference, adattarsi al digitale, modificare i prodotti, gestire le tradizionali leve di marketing? E farlo accanto alle più tradizionali opere cartacee? Il workshop, organizzato in collaborazione con Michela Addis, CESMER (Centro di Studi su Mercati e Relazioni Industriali), Dipartimento di Economia, cercherà di analizzare cosa significa per un editore oggi ripensare al marketing per sfruttare al meglio le opportunità che seguono sempre i cambiamenti.

Interviene: Luigi Romani (Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani) introdotto da Giovanni Peresson (Responsabile Ufficio studi AIE).
25 novembre 2015 - Viterbo
La tigre ha smesso di correre? Dal libro di carta, all’e-book, al gate di servizi
Università degli studi della Tuscia – Sede di Viterbo
Via San Carlo, 32, ore 11.30-13.30 Aula Magna


Gli Stati Uniti segnalano un arretramento del mercato degli e-book: è una seconda fase di maturità prima di un’espansione successiva o è il fatto che gli editori di libri cartacei hanno in questi anni completamente ripensato il loro prodotto e la loro distribuzione? Partendo da questi dati e da un confronto internazionale (sul numero di lettori e titoli e sul valore del mercato), il workshop si focalizzerà sulle nuove prospettive del mercato digitale, su nuovi modelli di business che non passino necessariamente attraverso la vendita del libro ma diventino il portale. Il workshop, organizzato in collaborazione con Gino Roncaglia dell’Università degli studi della Tuscia (Viterbo) cercherà di analizzare cosa significa per un editore oggi ripensare a tutto ciò per sfruttare al meglio le opportunità che seguono sempre i cambiamenti.

Intervengono: Gino Roncaglia (professore di Informatica umanistica), Giovanni Peresson (Responsabile Ufficio studi AIE), Emanuele Paris (Edizioni Sette Città) e Lia Di Trapani (Laterza)..
seguici

Facebook Twitter FlickrYou Tube

Più libri più idee 2015
Come stanno cambiando l’editoria, i suoi prodotti e la sua organizzazione? E i lettori? Cosa significa «innovazione» quando la decliniamo in questo ambito? C’è un nuovo modo di intendere e progettare la funzione di editore nel XXI secolo?
Più libri più idee è da quattro anni una finestra sul lavoro dell’editore e sulla creatività delle case editrici; e questo continua ad essere il filo conduttore dell’edizione 2015 di questo pre-fiera pensato e organizzato esclusivamente per il mondo delle università di Roma e del Lazio. Un ciclo di incontri realizzati da Più libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, e dall’Associazione Italiana Editori (AIE), in collaborazione con la Regione Lazio.
Rispetto al «mondo nuovo» che si sta aprendo – o che si è già aperto – l’incontro e il confronto con il mondo dell’università appare come un passaggio indispensabile per richiamare l’attenzione sui cambiamenti e sulle trasformazioni in corso. L’anno scorso sono stati più di cinquecento gli studenti che, mossi dall’interesse per il mondo dell’editoria, hanno partecipato all’iniziativa: segno che la passione per il settore è viva all’interno delle nuove generazioni di universitari e che il dialogo è attivo, vivace e necessario.
Forti del successo dell’anno scorso Più libri più idee inoltre conferma, accanto alle università storiche con cui da anni sta lavorando (La Sapienza, Tor Vergata, Roma 3), anche il coinvolgimento di due atenei laziali: l’Università degli Studi della Tuscia (Viterbo) e l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale (Cassino).
Gli incontri di Più libri più idee come sempre sono aperti e gratuiti e gli studenti di università diverse potranno seguire gli incontri che si svolgeranno al di fuori della loro facoltà.
Per partecipare è però indispensabile registrarsi.
contattaci

Se hai bisogno di contattarci in merito ai workshop universitari manda una mail a

workshop@plpl.it
 
Sponsor